Torta rustica di patate e robiola
di Sergio Maria Teutonico

Qualcuno diceva che un buon piatto deve essere prima di tutto “sazietà per la mente e per la pancia”, e vi assicuro che la torta rustica di patate e robiola lo è. Io preparo la pasta esterna in pochi minuti con un impasto a base di farina, acqua e olio di riso, il risultato è una crosta croccante, friabile e gustosa. Se vi avanza impasto, come è successo a me, stendetelo sottilmente, ricavate delle strisce sottili, cospargetele di grana e infornatele. Otterrete così una sorta di croccanti grissini.

Ingredienti:
Per la crosta
300 g farina 00
100 g olio di riso
100 g acqua
30 g sale

Per il ripieno
100 g robiola fresca
300 g patate
1 cipolla
50 g pane grattugiato
50 g formaggio di tipo grana
prezzemolo tritato
olio extravergine di oliva
sale
pepe

 

torta rustica

Disporre la farina a fontana, versarvi acqua e sale e impastare velocemente.

Appena la farina inizia ad assorbire l’acqua unirvi l’olio di riso.

Lavorare il composto velocemente fino a ottenere un impasto liscio e plastico che, una volta coperto con un telo, dovrà riposare per mezz’ora circa.

Il ripieno – lavare e pelare le patate e poi tagliarle in cubetti.
Pelare la cipolla e tritarla al coltello molto finemente.

Fare rosolare appena la cipolla in poco olio e appena prenderà colore unirvi le patate.

Regolare di sale e di pepe e poi far cuocere a fuoco vivace per una decina di minuti, anche quindici.

Una volta pronte le patate lasciarle intiepidire.

Appena le patate saranno tiepide mescolarvi la robiola e appena un po’ di prezzemolo tritato.

Prendere ora l’impasto per la crosta, stenderlo ad uno spessore di mezzo centimetro circa e foderarvi una tortiera unta.

Bucherellare il fondo della crosta con i rebbi di una forchetta e quindi farcire con il ripieno di patate.

Livellare con cura e cospargere di un misto di pan grattato, prezzemolo tritato e formaggio di tipo grana.

Infornare per 30 minuti a 170°C, lasciare intiepidire prima di sfornare.

ISCRIVITI AI NOSTRI CORSI DI CUCINA

Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Print this page
Print
Share on Tumblr
Tumblr

Ti piace questo articolo? Condividilo, per noi è importante!

Lascia un commento