ricetta del risotto al castelmagno

Risotto con zucchine, melanzane e Castelmagno

 Il risotto con zucchine e Castelmagno è uno di quei primi piatti eleganti e gustosi che si possono preparare con una sola pentola (più quella per il brodo).

Il grande compositore Giuseppe Verdi sosteneva che i piaceri della tavola sono una vera e propria opera d’arte e proprio il risotto era uno dei piatti che più amava cucinare e mangiare.

Il risotto ha sulle spalle secoli di apprezzamenti e può essere preparato davvero in mille modi, io oggi vi racconto come fare il risotto con zucchine, melanzane e Castelmagno.

Un altro classico per voi: il risotto ai funghi. 

Ingredienti:
320 g Carnaroli
1 melanzana
1 zucchina
200 g Castelmagno
50 g burro
100 g di vino bianco
1 cipolla
brodo vegetale
olio extravergine
sale e pepe

 

 

Risotto con zucchine, melanzane e Castelmagno

Come fare?

Mondate la melanzana e tagliatela a macedonia, salatela e lasciatela mezzora in uno scolapasta in modo che possa spurgare l’acqua di vegetazione.

Tagliate la parte verde della zucchina finemente e unite la polpa bianca alla melanzana.

Strizzate le verdure e raccogliete tutto su una placca da forno, salate, pepate e condite con un filo d’olio. Infornate quindi a 200° per 15 minuti circa.

In una casseruola fate sudare la cipolla finemente tritata con olio e burro, aggiungete il riso e lasciatelo tostare.

Sfumate con il vino bianco e procedete alla cottura aggiungendo poco per volta il brodo caldo.

A metà cottura unite le verdure e proseguite come in precedenza unendo brodo poco per volta.

Arrivati a cottura spegnete e mantecate con il Castelmagno.

Servite decorando con un rametto di rosmarino.

iscriviti alla newsletter della nostra scuola di cucina
The following two tabs change content below.
Avatar
CLASSE 1971 – EXECUTIVE CHEF , SOMMELIER PROFESSIONISTA, CONSULENTE GASTRONOMICO E SCRITTORE. Sergio Maria, spesso sui social come Chef SMT, è un personaggio eclettico e pieno di energia. Da più di trenta anni si occupa, a tutti i livelli, di enogastronomia, formazione e consulenza. Noto al grande pubblico per le sue fortunate trasmissioni televisive tra cui “Chef per un giorno” e “Colto e Mangiato”, ha creato nel 2012 La Palestra del Cibo la sua scuola di cucina a Torino. È un consulente esperto di organizzazione del lavoro della ristorazione e dell’ottimizzazione di attività ristorative a tutti i livelli. Nel 2014 riceve dall’AIFO il premio “Oliva d’oro” come miglior chef italiano per l’utilizzo e la valorizzazione dell’olio extravergine d’oliva.

Lascia un commento