risotto con salsiccia

Risotto con salsiccia

Grazie al freddo possiamo nuovamente riaprire le porte del mondo del risotto, caldo e cremoso, ricco e gustoso. Il risotto con la salsiccia è sì semplice e veloce ma solo se sapete fare molto bene il risotto. Quindi non trascurate le regole d’oro per un buon risotto, non usate il dado per il brodo, non usate un riso qualunque, non sfumate con vino scadente, non fate cuocere il riso quaranta minuti perché il budino di riso lo facciamo un altro giorno. Curate il vostro risotto, preparate un buon brodo vegetale e ricordate che la mantecatura va fatta a fuoco spento e che il riso deve riposare un paio di minuti prima di essere servito. (La porzione che vedrete in foto è da degustazione, ammetto che nell’intimità di casa si mangia una quantità molto più abbondante!)

Ingredienti:

500 g di riso Carnaroli
2 porri grandi
300 g di salsiccia fresca
1 bicchiere di bianco secco
200 g di parmigiano
burro
2 cucchiai di olio d’oliva
brodo vegetale

 

 

Pulire, lavare e tagliare la parte bianca dei porri, la parte verde servirà per il brodo.

Far rosolare i porri in una pentola con olio e burro.

Unire quindi il riso e farlo tostare per bene, girarlo per almeno un minuto e assicurarsi che risulti translucido e ben tostato; bagnare con vino bianco e lasciar evaporare.

Incorporare la salsiccia spellata e sbriciolata, possibilmente spadellata e sgrassata a parte.

Continuare la cottura per 15, 20 minuti unendo il brodo bollente ogni volta che il riso avrà assorbito il brodo messo precedentemente. A fine cottura spegnere il fuoco e mantecare con burro e parmigiano.

iscriviti alla newsletter della nostra scuola di cucina
Print Friendly, PDF & Email
The following two tabs change content below.
Avatar
CLASSE 1971 – EXECUTIVE CHEF , SOMMELIER PROFESSIONISTA, CONSULENTE GASTRONOMICO E SCRITTORE Sergio Maria, spesso sui social come Chef SMT, è un personaggio eclettico e pieno di energia. Da più di trenta anni si occupa, a tutti i livelli, di enogastronomia, formazione e consulenza. Noto al grande pubblico per le sue fortunate trasmissioni televisive tra cui “Chef per un giorno” e “Colto e Mangiato”, ha creato nel 2012 La Palestra del Cibo la sua scuola di cucina a Torino. È un consulente esperto di organizzazione del lavoro della ristorazione e dell’ottimizzazione di attività ristorative a tutti i livelli. Nel 2014 riceve dall’AIFO il premio “Oliva d’oro” come miglior chef italiano per l’utilizzo e la valorizzazione dell’olio extravergine d’oliva.

Lascia un commento