ricetta peperonata di calamari

Peperonata di calamari: apriamo le porte all’estate!

La peperonata di calamari è la versione estiva e un po’ marittima di un piatto che non conosce limiti.

La peperonata è buona calda, tiepida e fredda, è buona appena fatta ed è più buona il giorno dopo, è buona da sola o come condimento di una pasta, con il pollo, sui crostini, con le polpette, insieme alle patate a forno, con l’insalata.

L’unica raccomandazione è quella di utilizzare sempre pesce freschissimo perché il sapore è tutto e un buon calamaro appena pescato vale oro!
Provate anche ad usare altri tipi di pesce, ad esempio il merluzzo o il più gustoso pesce spada sostituendolo ai calamari, scegliere la versione migliore è davvero difficile !

Ingredienti:

500 g di calamari freschissimi
3 peperoni rossi maturi
1 cipolla
2 spicchi di aglio
100 g vino bianco
10 g passata di pomodoro
olio extravergine di oliva
prezzemolo tritato
sale
pepe

ricetta peperonata con calamari

Come fare:
pulire con cura i calamari, e affettarli in rondelle spesse un centimetro circa.
Affettare la cipolla e peperoni.
Tritare aglio e prezzemolo insieme, molto finemente.
In una casseruola rosolare appena la cipolla.
Aggiungervi i calamari con i peperoni, l’aglio e il prezzemolo.
Fare cuocere a fuoco vivo per una decina di minuti quindi sfumare con il vino bianco.
Appena il vino è sfumato aggiungere il pomodoro e un bicchiere di acqua calda.
Lasciare cuocere a fuoco vivo fino a che i peperoni saranno cotti.
Regolare di sale e di pepe.
Servire con crostini di pane abbrustoliti.

SCEGLI I NOSTRI CORSI DI CUCINA
Print Friendly, PDF & Email
The following two tabs change content below.
Avatar
CLASSE 1971 – EXECUTIVE CHEF , SOMMELIER PROFESSIONISTA, CONSULENTE GASTRONOMICO E SCRITTORE Sergio Maria, spesso sui social come Chef SMT, è un personaggio eclettico e pieno di energia. Da più di trenta anni si occupa, a tutti i livelli, di enogastronomia, formazione e consulenza. Noto al grande pubblico per le sue fortunate trasmissioni televisive tra cui “Chef per un giorno” e “Colto e Mangiato”, ha creato nel 2012 La Palestra del Cibo la sua scuola di cucina a Torino. È un consulente esperto di organizzazione del lavoro della ristorazione e dell’ottimizzazione di attività ristorative a tutti i livelli. Nel 2014 riceve dall’AIFO il premio “Oliva d’oro” come miglior chef italiano per l’utilizzo e la valorizzazione dell’olio extravergine d’oliva.

Lascia un commento