minestra di cavolo nero e ceci

Minestra di cavolo nero e ceci

Chi dice che la minestra deve essere obbligatoriamente liquida e senza sapore?

Questa minestra di cavolo nero e ceci è gustosa e soddisfacente perché servita su una sorta di purè di patate.

Da portare in tavola calda, caldissima e se volete aggiungere un tocco in più potete versare sul piatto finito un filo di buon olio extravergine di oliva e un pizzico di peperoncino.

Ingredienti:
500 g foglie di cavolo nero
500 g patate lesse
300 g di ceci lessati
1 cipolla
foglie di salvia
rosmarino
olio extravergine di oliva
sale
pepe

minestra di cavolo nero e ceci

Come fare?

In una casseruola capiente rosolare la cipolla affettata sottile con olio, rosmarino e salvia.

Appena la cipolla è morbida, aggiungere i ceci facendoli insaporire a fuoco vivo per qualche minuto.

Regolare di sale e di pepe prima di aggiungere il cavolo nero precedentemente tagliato nel senso della lunghezza in strisce molto sottili.

Ricoprire di acqua e lasciare cuocere a fuoco dolce per un’ora circa.

A parte schiacciare le patate lesse tenendole poi in caldo.

Quando il cavolo nero e i ceci saranno morbidi si potranno togliere dalla casseruola lasciando l’acqua di cottura.

Aggiungere quindi le patate all’acqua di cottura, schiacciare e mescolare con cura formando un composto piuttosto liscio che ricorderà un purè.

Disporre sul piatto di servizio la purea di patate e nel centro mettere il cavolo nero con i ceci.

Infine insaporire con pepe al mulinello e servire subito.

CALL NEWSLETTER PALESTRA
Print Friendly, PDF & Email
The following two tabs change content below.
Avatar
CLASSE 1971 – EXECUTIVE CHEF , SOMMELIER PROFESSIONISTA, CONSULENTE GASTRONOMICO E SCRITTORE. Sergio Maria, spesso sui social come Chef SMT, è un personaggio eclettico e pieno di energia. Da più di trenta anni si occupa, a tutti i livelli, di enogastronomia, formazione e consulenza. Noto al grande pubblico per le sue fortunate trasmissioni televisive tra cui “Chef per un giorno” e “Colto e Mangiato”, ha creato nel 2012 La Palestra del Cibo la sua scuola di cucina a Torino. È un consulente esperto di organizzazione del lavoro della ristorazione e dell’ottimizzazione di attività ristorative a tutti i livelli. Nel 2014 riceve dall’AIFO il premio “Oliva d’oro” come miglior chef italiano per l’utilizzo e la valorizzazione dell’olio extravergine d’oliva.

Lascia un commento