pesce d'aprile raindrop cake

Ecco la torta che non fa ingrassare, tutto vero o pesce d’aprile?

Mangiare senza ingrassare… ecco il desiderio che si contende il primo posto in una ideale classifica dei sogni da realizzare!

E se vi dicessimo che noi de La Palestra del Cibo abbiamo la bacchetta, anzi il matterello magico per realizzare addirittura una torta che non fa ingrassare, ci credereste?

Se avete risposto di sì apprezziamo la vostra fiducia, se invece avete risposto di no avete fatto bene, perché probabilmente avete dato un’occhiata al calendario e non avete abboccato all’amo… oggi è il primo di Aprile!

Pesce d’aprile: quando nasce questa usanza di fare gli scherzi?

Diffusa in gran parte del mondo e nota con nomi diversi, la ricorrenza del cosiddetto Pesce d’Aprile non sembra conoscere confini, se non quelli del calendario, e colpisce ogni primo del mese di Aprile i malcapitati di turno con scherzi di vario genere.

Sulle origini si sa poco e se è vero che già in epoca romana durante la festa primaverile delle Hilaria era permessa ogni forma di gioco e mascheramento, una teoria interessante lega la nascita di questo uso alla riforma del Calendario Gregoriano che nel 1582 spostò la festa del Capodanno dal primo di Aprile al primo di Gennaio e quindi anche il tradizionale scambio di doni.

Nacque così l’appellativo di poisson d’Avril a chi si ostinava a celebrare la vecchia data ancora nel periodo astrale in cui il sole lascia il segno zodiacale dei pesci, e la scherzosa consegna di pacchi vuoti per ricordare la nullità della festa e la presa all’amo dei creduloni.

In Italia questa giocosa ricorrenza arriva solo intorno al 1860 e precisamente nella Genova dei Dogi, ma si diffuse ben presto in tutta la penisola trovando modi e forme sempre nuove, che si rinnovano fino ai nostri giorni.

Paese che vai, nome e Pesce d’Aprile che trovi e anche nel resto del mondo non manca lo sbeffeggiato di turno, ora vittima dell’anglosassone April fool’s day (il giorno dello sciocco) o del tedesco Aprilscherz (scherzo d’Aprile) o ancora dell’ispanico Pescado de Abril.

Cosa ci riserverà questo Pesce d’Aprile 2020?

Verrebbe spontaneo dire che non è questo il momento di lasciarsi andare a scherzi e prese in giro di ogni sorta…
Stiamo vivendo infatti un tempo sospeso, una emergenza sanitaria senza uguali che ci unisce nella distanza e che non lascia spazio a leggerezze sì ma non alla leggerezza!

Avete visto quante vignette a tema popolano ormai i nostri social e riescono comunque a strapparci un sorriso?

Noi de La Palestra del Cibo abbiamo fatto dell’ottimismo la nostra bandiera e allora vi diremo che la torta che non fa ingrassare esiste davvero e si chiama… “Raindrop Cake”!

Non vi aspettate morbidi strati di panna o golose cascate di cioccolato però, perché il suo geniale artefice, lo chef Darren Wong , ha condensato in una scenografica torta una semplice miscela di acqua e gelatina dal valore calorico pari a 0!

Un bel Pesce d’Aprile da proporre ai vostri amici più golosi non credete?

Sono convinta però che più delle calorie conti il calore che solo una torta fatta con amore sa dare e che mai come in queste giornate forzatamente casalinghe lo abbiamo imparato a comprendere…

E allora tuffatevi nel nostro dolce mare, lasciatevi ingolosire, abboccate al nostro dolce amo e buon Pesce d’Aprile a tutti!

Se ti serve la ricetta di uno dei nostro dolci allora guarda nel nostro archivio dei dolci!

The following two tabs change content below.
Daniela Goffredo

CLASSE 1966 – ARCHEOLOGA MILITANTE, CUOCO, PASTICCERE E PERSONAL CHEF.

Daniela , classe 1966, nasce a Roma dove compie studi classici e muove i primi passi come archeologa militante.

La passione per la cucina, coltivata da sempre, si affina nel tempo fino al conseguimento dei titoli professionali di cuoco, pasticcere e personal chef, che la portano ad una vera e propria svolta di vita, iniziando a lavorare in qualità di chef assistant presso prestigiose scuole di cucina ed in vari locali della Capitale come sous chef e pastry baker.

Dal 2017 è titolare de " La Palestra del Cibo" dove coordina la formazione didattica e l'organizzazione degli eventi.  

Lascia un commento