preparare in casa il garam masala

Garam masala: come usarlo in cucina, come prepararlo e come conservarlo!

Garam Masala è un termine della lingua hindi tanto affascinante quanto misterioso, usato nella cucina indiana e pakistana per identificare un mix di spezie dalle note piacevolmente calde e pungenti.

Cosa rende così caratteristica questa miscela di spezie e quali sono gli ingredienti del Garam Masala?

Di certo pepe nero, cannella, cumino, coriandolo e noce moscata non possono mancare, ma sono così tante le varianti generate dal tramandarsi delle tradizioni o dall’inventiva dell’industria che in fase di tostatura e macinatura possono entrare in gioco spezie raffinate come cardamomo, chiodi di garofano e curcuma oppure più commerciali come peperoncino, aglio, zenzero, senape e finocchio spesso in polvere e già tostate.

E’ consigliabile prepararlo a partire dalle spezie intere e macinate all’occorrenza, anche se possiamo usare spezie già macinate. Gli aromi saranno meno intensi nel secondo caso per per iniziare ad apprezzare le proprietà del garam masala possiamo anche fare qualche esperimento con spezie un pochino più alla portata di mano che si reperiranno facilmente in ogni supermercato pronte e macinate.

Cosa serve per realizzare un perfetto Garam Masala casalingo?

Basta armarsi di un tradizionale mortaio o di un più moderno frullatore elettrico… e il gioco è fatto!

Quale spezie scegliere lo sapete già, ma dosaggi e singole quantità saranno quelli che renderanno la vostra miscela unica ed irripetibile.

Pensate che nell’antichità esistevano dei veri e propri esperti in miscele di spezie, incaricati di preparare per i loro ricchi padroni indiani miscele esclusive tramandate di generazione in generazione da ogni singola casata nobile!

Ora che abbiamo il nostro Garam Masala pronto e correttamente riposto in un barattolo di vetro a chiusura ermetica, possiamo utilizzarlo a piacere per arricchire di note esotiche le pietanze di tutti giorni oppure lasciarci trasportare dalla magia della cucina indiana più tradizionale.

Come si usa correttamente il Garam Masala?

Tradizionalmente aggiunto a fine cottura per preservarne tutto l’aroma, il Garam Masala può esser anche usato per insaporire marinate per carni e pesci, arricchire zuppe e brodi vegetali o addirittura essere aggiunto nell’impasto di pani e dolci, senza dimenticare la preparazione del classico e aromatico riso pilaf, che accompagna innumerevoli piatti della cucina orientale.

Se amate il Curry, non potrete non apprezzare anche il Garam Masala, con cui condivide diverse proprietà benefiche, ovviamente legate alla diversa miscela di spezie impiegate nella sua preparazione, ma per lo più digestive.

Ecco perché il garam masala ben si abbina a tuberi, ortaggi e soprattutto legumi, dei quali attenua l’effetto di gonfiore e ne facilita la digestione.

Che ne dite allora di rivisitare insieme uno dei piatti più amati de La Palestra del Cibo?
Il pollo con zucca e fagioli rossi è un cavallo di battaglia della nostra scuola di cucina!

Pollo e zucca con fagioli rossi

Sono sicura che la sua avvolgente dolcezza non potrà che arricchirsi del caldo e pungente aroma del garam masala!

Vi ho incuriosito abbastanza? Ecco allora come regalare ad un alimento quotidiano come le uova un originale sapore etnico!

Uova al curry su pane tostato

In questo caso abbiamo usato il curry, ma personalizzando la vostra miscela potrete realizzare questa squisita ricetta anche con il garam masala o, perché no, aggiungerlo a un delizioso pane fatto con le vostre mani, per una scarpetta senza fine…

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento