Focaccelle al ragù
di Sergio Maria Teutonico

Sia per il ragù alla bolognese che per l’impasto delle focaccelle dovrete attendere (cottura e lievitazione) ma ne varrà la pena!

Ingredienti:

Per l’impasto base
1500 g farina 00
1 l acqua
10 g di lievito di birra compresso
30 g di olio extravergine d’oliva
30 g di sale
farina da spolvero

Per il ragù alla bolognese
1 kg di carni macinate (30% di vitello, 30% di manzo, 40% di salsiccia)
Carota, cipolla, sedano
60 g di burro
concentrato di pomodoro
1 bicchiere di vino
foglie di alloro
latte q.b.

Prima di tutto sciogliete il lievito nell’acqua e aggiungetelo a 1kg di farina 00.
Lavorate quindi gli ingredienti con energia.

Ora aggiungete il sale ai rimanenti 500 g di farina 00 e quindi incorporateli al primo composto e procedete a impastare con energia.

In ultimo incorporate l’olio all’impasto lavorandolo fino a completo assorbimento.

Otterrete una pasta appiccicosa che lascerete riposare sul piano di lavoro per una ventina di minuti.

Aiutandovi con della farina da spolvero e una spatola ripiegate l’impasto su se stesso dandogli una forma regolare e consistenza.
Adesso lasciate riposare 15 minuti e ripetete questa operazione un paio volte.

Suddividete la pasta nelle teglie e lasciatela lievitare.

Nel frattempo sciogliete il burro e aggiungete le verdure tritate finemente.

Aggiungete quindi la carne, mescolate e aspettate che il tutto sfrigoli.
Versate il vino e a fuoco basso aspettate che evapori.

Aggiungete il concentrato, mescolate.

Versate adesso il latte poco per volta fino a quando la carne ne assorbe, ce
ne vorranno circa 400 ml.

Salate e aggiungete l’alloro, lasciate cuocere a fuoco bassissimo fino a quando non avrete un sugo cremoso e consistente.

A questo punto prendete le teglie con l’impasto.

Allargate la pasta con i polpastrelli formando delle focacce tonde, lasciate riposare 10 minuti.

Condite adesso con un paio di cucchiai di ragù e della mozzarella a piacere ed infine infornate a 220° per 20 minuti circa.

ISCRIVITI AI NOSTRI CORSI DI CUCINA

Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Print this page
Print
Share on Tumblr
Tumblr

Ti piace questo articolo? Condividilo, per noi è importante!

Lascia un commento