tortina ai cachi senza zucchero

Tortina di Cachi senza zucchero

Il Cachi o più poeticamente la Mela d’oriente, è il frutto di una delle piante coltivate dall’uomo sin dall’antichità.

Proviene dalla Cina e il suo nome scientifico è ancora più affascinate poiché significa, letteralmente, “Grano di Dio”.

Il cachi, o Kaki,  è un frutto poliedrico dalle mille virtù e non ha vie di mezzo, si ama o si odia, noi de La Palestra del Cibo lo amiamo come amiamo ogni ingrediente che possiamo utilizzare per le nostre ricette he puntualmente proponiamo durate i nostri corsi di cucina.

La ricetta di oggi è particolare, non tanto per la sua disarmante facilità di realizzazione, ma perché è un dolce che non prevede l’uso di zucchero comune.

Tutto quello che serve è ricavato dalla dolcezza naturale degli ingredienti e vi possiamo garantire che il sapore è deliziosamente buono.

Come sempre vi invitiamo a provare la ricetta, a dirci cosa ne pensate e perché no, a condividere questo dolce post in modo che tante persone possano godere della bontà della nostra ricetta.

Ingredienti:

250 g farina semi integrale
500 g cachi
50 g uvetta
100 g succo di mela
1 bustina di lievito vanigliato
1 pizzico di sale
1 pizzico di cannella
40 g olio di semi di arachide

Come fare:

Ammorbidite l’uvetta in acqua calda per un’ora circa prima dell’utilizzo.

Ricavate dai cachi circa 250 g di polpa e passarla al mixer.

Miscelarla agli ingredienti liquidi (succo di mela, olio) e all’uvetta strizzata.

Aggiungete la farina setacciata con il lievito e formare un impasto piuttosto morbido che verserete negli appositi pirottini da forno.

Regolate il forno alla temperatura di 180° e cuocere i tortini per 15/20 minuti.

Decorate a piacere prima di servire.

 

lezione di cucina online
The following two tabs change content below.
Avatar
CLASSE 1971 – EXECUTIVE CHEF , SOMMELIER PROFESSIONISTA, CONSULENTE GASTRONOMICO E SCRITTORE. Sergio Maria, spesso sui social come Chef SMT, è un personaggio eclettico e pieno di energia. Da più di trenta anni si occupa, a tutti i livelli, di enogastronomia, formazione e consulenza. Noto al grande pubblico per le sue fortunate trasmissioni televisive tra cui “Chef per un giorno” e “Colto e Mangiato”, ha creato nel 2012 La Palestra del Cibo la sua scuola di cucina a Torino. È un consulente esperto di organizzazione del lavoro della ristorazione e dell’ottimizzazione di attività ristorative a tutti i livelli. Nel 2014 riceve dall’AIFO il premio “Oliva d’oro” come miglior chef italiano per l’utilizzo e la valorizzazione dell’olio extravergine d’oliva.

Lascia un commento