Crostata di ricotta e visciole

Crostata di ricotta e visciole

La crostata di ricotta e visciole è un dolce tipico romano preparato alla lezione di cucina regionale da Chef Daniela, che a Roma c’è nata e cresciuta.

Più originale di così, quindi, c’è solo la crostata di visciole e ricotta mangiata nella capitale (giusto per godersi la vista e l’aria di Roma!).

La nostra ricetta della pasta frolla ormai la conoscete e sapete che è infallibile. Per la farcia abbiamo usato ricotta di pecora e confettura di visciole.

Se non la trovate ma volete preparare qualcosa di simile, usate la confettura di ciliegie o amarene.

La caratteristica di questa torta con la ricotta è l’equilibrio di sapori, la confettura asprigna che si sposa con la dolcezza della ricotta, il tutto racchiuso in un burroso guscio di pasta frolla aromatizzata al limone.

Ingredienti per la crostata di ricotta e visciole:

Per la pasta frolla

300 g farina

150 g burro

150 g zucchero

1 uovo

1 tuorlo

scorza di limone

Per la farcia

500 g ricotta pecora

150 g zucchero

2 uova

confettura di visciole

Crostata di ricotta e visciole

Come fare?

Disporre la farina a fontana sulla spianatoia, aggiungere al centro il burro a pezzi e iniziare a pizzicare con le dita in modo da sabbiarlo con la farina.

Aggiungere lo zucchero e la scorza di limone, unire le uova e senza lavorare troppo il composto ricavarne un panetto compatto e omogeneo.

Farla riposare in frigorifero per almeno 30 minuti, ben protetta.

Nel frattempo preparare la farcia, setacciare la ricotta e lavorarla con lo zucchero fino ad ottenere una crema liscia, aggiungere le uova e mescolare con cura.

Stendere la pasta in una sfoglia di mezzo cm di spessore e rivestire il fondo di uno stampo da crostata da 24 cm di diametro e dai bordi alti.

Riempire il guscio prima con la confettura e dopo con la crema di ricotta.

Con la pasta avanzata realizzare delle strisce sottili, con cui coprire la superficie della crostata formando la caratteristica grata.

Cuocere la crostata di ricotta e visciole in forno caldo a 180° per 30-40 minuti.

regala un corso di cucina a torino

Print Friendly, PDF & Email
The following two tabs change content below.
Avatar
CLASSE 1971 – EXECUTIVE CHEF , SOMMELIER PROFESSIONISTA, CONSULENTE GASTRONOMICO E SCRITTORE. Sergio Maria, spesso sui social come Chef SMT, è un personaggio eclettico e pieno di energia. Da più di trenta anni si occupa, a tutti i livelli, di enogastronomia, formazione e consulenza. Noto al grande pubblico per le sue fortunate trasmissioni televisive tra cui “Chef per un giorno” e “Colto e Mangiato”, ha creato nel 2012 La Palestra del Cibo la sua scuola di cucina a Torino. È un consulente esperto di organizzazione del lavoro della ristorazione e dell’ottimizzazione di attività ristorative a tutti i livelli. Nel 2014 riceve dall’AIFO il premio “Oliva d’oro” come miglior chef italiano per l’utilizzo e la valorizzazione dell’olio extravergine d’oliva.