ricetta ciambelle patate

Le Ciambelle di patate come non le avete mai fatte.

Le ciambelle dolci di patate hanno una consistenza corposa, tra i krapfen e le brioche siciliane, per intenderci.

Queste ciambelle di patate contengono davvero poco burro e poco zucchero, se volete preparare una ricetta davvero light potete formare le vostre ciambelline e cucinarle a forno a 180 gradi finchè  non saranno dorate al punto giusto.

A me piace, subito dopo averle fritte, passarle prima nella carta assorbente e dopo nello zucchero semolato.

Ovviamente si possono ricoprire di glassa classica, di glassa al cioccolato, di glassa allo sciroppo d’acero e poi bacon croccante spolverizzato sopra… a vostro gusto!

Ingredienti:
250 g di patate
300 g di farina
2 uova
60 g di zucchero
15 g di burro
30 g di latte
12 g di lievito di birra fresco
la scorza grattugiata di un limone non trattato
olio di arachidi per friggere
sale

Come fare:

Lessate le patate, sbucciatele e passatele allo schiacciapatate ancora calde, raccogliendo la purea in una ciotola; incorporatevi il burro a fiocchetti.

Sciogliete il lievito di birra in 2-3 cucchiai di latte tiepido.

Unite alla purea di patate il lievito, le uova, la farina setacciata, la scorzetta di limone e lo zucchero, e impastate il tutto fino a ottenere un composto liscio, sodo e omogeneo.

Suddividetelo in parti uguali e formate dei cilindri di 15 cm di lunghezza spessi 1,5 cm; chiudeteli a ciambella.

Disponetele poi su un foglio di carta forno, copritele con un telo e lasciatele lievitare in un luogo caldo finché il loro volume è raddoppiato.

Scaldate abbondante olio nell’apposita padella per i fritti. Immergetevi le ciambelle sollevandole con una paletta e cuocetele, girandole un paio di volte, finché sono ben dorate.

Trasferitele su una griglia a sgocciolare e spolverizzatele ancora calde con lo zucchero.

regala un corso di cucina a torino
The following two tabs change content below.
Avatar
CLASSE 1971 – EXECUTIVE CHEF , SOMMELIER PROFESSIONISTA, CONSULENTE GASTRONOMICO E SCRITTORE. Sergio Maria, spesso sui social come Chef SMT, è un personaggio eclettico e pieno di energia. Da più di trenta anni si occupa, a tutti i livelli, di enogastronomia, formazione e consulenza. Noto al grande pubblico per le sue fortunate trasmissioni televisive tra cui “Chef per un giorno” e “Colto e Mangiato”, ha creato nel 2012 La Palestra del Cibo la sua scuola di cucina a Torino. È un consulente esperto di organizzazione del lavoro della ristorazione e dell’ottimizzazione di attività ristorative a tutti i livelli. Nel 2014 riceve dall’AIFO il premio “Oliva d’oro” come miglior chef italiano per l’utilizzo e la valorizzazione dell’olio extravergine d’oliva.

Lascia un commento