Print Friendly, PDF & Email

Carbonara vegetariana di asparagi

di Sergio Maria Tutonico

La carbonara di asparagi è un primo piatto vegetariano che piacerà a tutti i vostri ospiti. Una versione light della ricetta laziale che porterà originalità in tavola.
La pasta alla carbonara è tra i primi piatti italiani più amati in tutto il mondo, oggi ne esistono molte varianti per accontentare tutti, dai vegetariani agli intolleranti a chi, semplicemente, vuole concedersi questo strepitoso cavolavoro senza far oscillare eccessivamente l’ago della bilancia.

Nella nostra scuola di cucina abbiamo uno Chef di Roma e una segretaria vegetariana, poteva quindi mancare la carbonara con verdure?! Giammai!

Se non amate gli asparagi potete preparare un’altra versione vegetariana con le zucchine oppure con i carciofi puliti e fatti cuocere in padella. Un tocco di sapore in più? Aggiungete cubetti di speck oppure olive nere denocciolate ma attenzione alla sapidità, il pecorino è già molto saporito.
Se il vostro problema sono le uova, c’è una soluzione anche per voi! Preparate una crema con ceci cotti frullati con un pizzico di curcuma, sale e pepe e usatela per condire la pasta. Non sarà una vera e propria carbonara ma la bontà è assicurata.

Ingredienti:

  • 400 g spaghetti
  • 1 mazzetto di asparagi
  • 4 uova
  • 1 scalogno
  • 50 g pecorino
  • 30 g parmigiano
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine d’oliva

Lavate accuratamente gli asparagi eliminando le parti coriacee.
Tagliate a rondelle sottili il gambo e a metà le cimette.

Tritate finemente lo scalogno e fatelo sudare in una casseruola con un giro di olio; aggiungete gli asparagi e fateli saltare brevemente.

Sbattete le uova in una ciotola capiente, aggiungete i formaggi e una abbondante macinata di pepe.

Portate a bollore l’acqua per la cottura della pasta, salate e calate gli spaghetti.

Una volta pronti, scolateli e versateli nella ciotola con il condimento preparato.
Mescolate rapidamente e servite subito.

SCEGLI ORA LA TUA LEZIONE

Nessuna lezione o corso in programma per ora

Lascia un commento