Branzino all'acqua pazza (o spigola all'acqua pazza)

Branzino all’acqua pazza (o spigola all’acqua pazza)

di Sergio Maria Teutonico

Il branzino all’acqua pazza è una ricetta della tradizione italiana, nello specifico la cottura all’acqua pazza è tipica napoletana ed è molto semplice: consiste nel cuocere un pesce di dimensioni medie in acqua, olio, pomodorini, aglio e sale.
Al termine della cottura si serve con abbondante prezzemolo oppure origano. Il branzino così cotto non risulterà secco e avrà un ottimo sughetto di accompagnamento che vi darà non poche soddisfazioni. Chiaramente, in un piatto così, è d’obbligo il crostone di pane con l’aglio strofinato da inzuppare nel sugo di pesce.
La famosa “scarpetta“.
Questo piatto è stato preparato durante una lezione di cucina sul pesce, Chef Sergio Maria ci ha anche fatto notare come una ricetta di pesce semplice possa diventare un piatto molto elegante se servito nel migliore dei modi. Anche l’occhio vuole la sua parte!

Nota: sapete che branzino e spigola sono sostanzialmente lo stesso pesce? Chiamatelo dunque come volete, stiamo parlando di una ricetta che è una bomba di sapore e che vale davvero la pena di essere preparata!

Ingredienti per il branzino all’acqua pazza:

  • 1 branzino da circa 900 g
  • 200 g di pomodorini maturi
  • 3 spicchi di aglio
  • prezzemolo e/o origano
  • pane casereccio
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
Branzino all'acqua pazza (o spigola all'acqua pazza)

Come fare il branzino all’acqua pazza (o spigola all’acqua pazza)?

Pulite e squamate il pesce, se non siete capaci fatelo fare al vostro pescivendolo di fiducia (o venite a impararlo nella nostra scuola di cucina partecipando ad un corso di cucina di pesce).

Sistematelo in una casseruola larga con un generoso filo d’olio, due spicchi di aglio in camicia, il prezzemolo e i pomodorini tagliati in quattro.

Se amate molto l’aglio potete anche tritarlo, se il prezzemolo vi piace più croccante aggiungetelo solo alla fine della preparazione.

Aggiungete l’acqua necessaria a coprire il pesce, chiudete il tegame e lasciate cuocere a fuoco dolce per 15 minuti.

Servite con il sugo di cottura, aggiungete il sale e accompagnate con i crostini strofinati di aglio e conditi con un filo d’olio.

regala un corso di cucina a torino
Print Friendly, PDF & Email
The following two tabs change content below.
Avatar
CLASSE 1971 – EXECUTIVE CHEF , SOMMELIER PROFESSIONISTA, CONSULENTE GASTRONOMICO E SCRITTORE Sergio Maria, spesso sui social come Chef SMT, è un personaggio eclettico e pieno di energia. Da più di trenta anni si occupa, a tutti i livelli, di enogastronomia, formazione e consulenza. Noto al grande pubblico per le sue fortunate trasmissioni televisive tra cui “Chef per un giorno” e “Colto e Mangiato”, ha creato nel 2012 La Palestra del Cibo la sua scuola di cucina a Torino. È un consulente esperto di organizzazione del lavoro della ristorazione e dell’ottimizzazione di attività ristorative a tutti i livelli. Nel 2014 riceve dall’AIFO il premio “Oliva d’oro” come miglior chef italiano per l’utilizzo e la valorizzazione dell’olio extravergine d’oliva.

Lascia un commento