biscotti al cocco i quadrotti

Biscotti al cocco: quadrotti golosi!

Al primo morso i quadrotti al cocco risultano davvero morbidi.

L’interno dei biscotti è sorprendentemente soffice, per questo vi consiglio di stendere la pasta non troppo sottile.

La morbidezza è quella cosa che rende i quadrotti straordinari.

Il cocco, infine, riempie la bocca del suo aroma inconfondibile.

Da soli o con un cappuccino davanti, sono i miei biscotti preferiti del periodo.

Volete aggiungere un altro tocco in più? Una volta freddi, ricopriteli con del cioccolato bianco!

Ingredienti:
125 g di farina
60 g di cocco rapè e la stessa quantità di di zucchero a velo
60 g di burro a temperatura ambiente
1 tuorlo
20 g di latte
1 pizzico di sale
8 g lievito istantaneo
cocco rapè extra

ricetta biscotti al cocco i quadrotti

Come fare?

Mescolare la farina con il cocco rapè, lo zucchero a velo, il lievito e il pizzico di sale.

Aggiungere il burro a temperatura ambiente e il tuorlo, impastare e versare il latte fino a che l’impasto lo richiede.

Ricavare una massa piuttosto elastica.

Tenerla a riposo in frigorifero per almeno 30 minuti, così che la pasta si compatti e i sapori si uniformino.

Spolverare di cocco rapè il piano di lavoro.

Stendere l’impasto con il mattarello ad uno spessore di circa 1 cm.

In questa operazione vi consiglio di stare attenti allo spessore, i biscotti non dovranno essere sottili.

Cospargere la superficie dell’impasto con altro cocco rapè e con un coltello ricavarne dei riquadri di 3 cm di lato.

Infornare i biscotti per 10 minuti a 180°C.

Lasciare infine raffreddare prima di togliere dalla teglia e servire.

regala un corso di cucina a torino
Print Friendly, PDF & Email
The following two tabs change content below.
Avatar
CLASSE 1971 – EXECUTIVE CHEF , SOMMELIER PROFESSIONISTA, CONSULENTE GASTRONOMICO E SCRITTORE. Sergio Maria, spesso sui social come Chef SMT, è un personaggio eclettico e pieno di energia. Da più di trenta anni si occupa, a tutti i livelli, di enogastronomia, formazione e consulenza. Noto al grande pubblico per le sue fortunate trasmissioni televisive tra cui “Chef per un giorno” e “Colto e Mangiato”, ha creato nel 2012 La Palestra del Cibo la sua scuola di cucina a Torino. È un consulente esperto di organizzazione del lavoro della ristorazione e dell’ottimizzazione di attività ristorative a tutti i livelli. Nel 2014 riceve dall’AIFO il premio “Oliva d’oro” come miglior chef italiano per l’utilizzo e la valorizzazione dell’olio extravergine d’oliva.

Lascia un commento